Punta sull’Italia il fenomeno europeo myPOS

Dopo Londra ed Amsterdam, myPOS ha deciso di investire sul mercato italiano aprendo il suo nuovo flagship store nel cuore di Milano. Il negozio della società bulgara, specializzata nei pagamenti elettronici con carte di credito, dimostra chiaramente quanto sia rilevante il nostro paese per la propria crescita.
«Operiamo in Italia da oltre tre anni e mezzo, ma ora è arrivato in momento di rafforzare la nostra presenza sul territorio con l’apertura del nostro negozio di Milano, non solo per consentire agli utenti di toccare con mano le nostre soluzioni, ma anche per sottolineare gli ampi margini di crescita in questo paese», ha detto a Business People Christo Georgiev, Ceo e Founder di myPOS.
In effetti l’uso del contante in Italia è ancora molto forte, e sono ancora poche le piccole aziende, gli artigiani e i professionisti che accettano pagamenti con carte di credito. E’ per questa ragione che myPOS vede roseo il futuro nella penisola, ma anche nel resto del continente. Sono infatti attese per i prossimi mesi le aperture di nuovi negozi a Zurigo, Parigi, Barcellona e Anversa. L’obiettivo è ambizioso, azzerare quasi del tutto l’uso del contante. Ovviamente non sarà una missione semplice, ma le nuove generazioni sono decisamente predisposte a questo cambiamento, ecco perché myPOS ritiene di poter raggiungere quota 100 mila clienti in Italia.
La soluzione proposta dall’azienda di Sofia non è l’unica di questo tipo sul mercato, ma è certamente quella più semplice e veloce da implementare. Bastano 10 minuti dall’acquisto del POS per poter essere operativi con le transazioni che possono essere effettuate anche usando i pagamenti da mobile. L’azienda o il professionista può fare riferimento su una infrastruttura informatica solida e sicura, e sul pagamento della quota di commissione di 1,75%, quota unica e competitiva.

businesspeople.it